1.8.06

"adotta un punto e virgola"

E' TEMPO DI decisioni irreprensibili: adottate un punto e virgola, partecipate alla campagna per ridare dignità all'oscuro segno di punteggiatura più dimenticato di tutta la tastiera. Stiamo parlando del punto e virgola, ovviamente. Qui sotto, segue la spiegazione di che cosa sia un punto e virgola, secondo l'autorevole fonte.

Il punto e virgola (punto acuto, punto coma) segnala una pausa intermedia tra il punto e la virgola e il suo uso spesso dipende da una scelta stilistica personale. Si adopera soprattutto fra proposizioni coordinate complesse e fra enumerazioni complesse e serve a indicare un’interruzione sul piano formale ma non sul piano dei contenuti («il capo gli si intorbidò di stanchezza, di sonno; e rimise la decisione all’indomani mattina», A. Fogazzaro, Piccolo mondo moderno).

(Tratto dalle Faq dell'Accademia della Crusca)

Adesso che sappiamo cos'è, però, lui ha sempre bisogno di noi; sta a noi difenderlo, promuoverlo, presentarlo nella luce migliore; senza di noi è morto, con noi potrebbe rinascere a nuova vita. Immaginate un mondo pieno di punti e virgola, che pascolano felici nelle nostre pagine... Segnalatemi nei commenti chi partecipa al progetto, perché sto attrezzando una pagina web apposta per supportare il nostro amico punto e virgola.

Coraggio; insieme ce la possiamo fare!

3 commenti:

pincopallina@gmail.com ha detto...

E' una bella idea ma mica semplice; un punto e virgola mica puoi metterlo dove ti pare. Bisogna (ri)esaminare il proprio stile e la punteggiatura. Tra l'altro scrivo piú in spagnolo che in italiano e comincio ad avere dubbi sulla lingua madre. Perciò per aderire alla tua iniziativa ho comprato un manuale di punteggiatura. Alla fine apriró un blog per fare esercizi di stile.

Valentina ha detto...

Ho aperto proprio da poco un post per salvare anche io il punto e virgola. Ormai gli scrittori contemporanei stanno cercando in tutti i modi di ucciderlo; basti pensare anche alla piccola casa editrice Castelvecchi. Lui, l'editore, ce l'ha a morte con questo segno di interpunzione. La nostra è una dura lotta...

Anonimo ha detto...

Concordo pienamente con il creatore del blog, perché bisogna salvare la punteggiatura dai "tiranni" che la usano male! Anche a scuola si dovrebbe insistere su questo argomento!!!