30.1.15

X-Men Days Of Future Past (2014)

A UN CERTO punto, ma non so quando, i film degli X-Men sono diventati un po’ come i film di Star Trek: una serie infinita di pellicole la cui maggiore difficoltà era riuscire a distinguerle l’una dall’altra. Quella volta che Wolverine salva il giapponese dalla bomba di Hiroshima era prima o dopo quell’altra pomiciata da paura con Silverforx? E quando Kirk e gli altri vanno a San Francisco, è per salvare le balene o per resuscitare Spock?

Il problema di Days of a future past è esattamente questo. Un bellissimo film già visto. E non solo: scommetto che se lo vedete, e poi tra qualche anno vi ricapita in televisione o in streaming, non vi ricorderete se l’avevate già visto oppure no. 

Ultima nota: è godibile, bellissimi effetti speciali, c’è dentro tutto quel che serve per fare un film di azione degli X-Men degno di questo nome. Gli attorni sembra non invecchino mai eppure sono quasi vent’anni che stanno tenendo il passo. Remarcable!

25.1.15

Bushwacking!

UN DOONESBURY MOLTO in forma, quasi eccitato dall'odore della preda: Garry B. Trudeau come ogni domenica.


18.1.15

Run, Lizzy, run!

DOMENICA NUVOLOSA E fredda, oltre che piena di febbre. Con Doonesbury di Garry. B. Trudeau.


11.1.15

So much for competitive bidding.

DOONESBURY DI GARRY B. Trudeau alla domenica, con il sole ma fa freddo. Bello, no?


4.1.15

Hey... a hero!

DOMENICA MOLTO LUMINOSA e pulita, quasi secca, ma soleggiata e non troppo fredda. Ancora più calda con Doonesbury di Garry B. Trudeau. Il quale peraltro ci regala una domenicale un po' sui generis, con un personaggio nuovo che potrebbe andare avanti, o forse ritornare...


28.12.14

About gang rape?

DOMENICA FIORENTINA E di sole (finalmente) con Doonesbury di Garry B. Trudeau


19.12.14

The Ascension (2014)

IL 2014 STA finendo con il botto, per quanto riguarda i telefilm. In particolare, The Ascension - miniserie di fantascienza in sei episodi di cui per adesso tre trasmessi - è notevole. Acchiappa una serie di temi intriganti, dal gusto per gli anni Sessanta stile Mad Men a The Truman Show con chissà quali altri possibili sviluppi, ed è molto ben fatta.

La trama: un’astronave generazionale (partono in 600 e dopo cento anni arriveranno i nipoti) sta attraversando il cosmo. Siamo all’anno 55 della missione, iniziata a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, in piena era Kennedy. La tecnologia è quella, i costumi e la cultura anche: niente rivoluzione sessuale, rock, punk, Andy Warhol e 11 settembre per l’equipaggio, che continua ad avanzare nel freddo cosmo, ultima speranza del’umanità, ed è ormai composto solo da persone nate all’interno della nave, cioè che non hanno mai visto la Terra. E le sorprese tante, già dalla prima puntata (quindi occhio agli spoiler). La primissima scena: l’omicidio di una ragazza che mette in moto gli avvenimenti raccontati nella storia.

Molto, molto interessante...

Nel cast anche Tricia Helfer, che fa molto Battlestar Galactica (oltre ad attirare l’attenzione del pubblico maschile di SciFy, il canale Usa che l’ha prodotta). Manca qualcosa allo show per raggiungere il successo di Battlestar (un po’ più di mordente forse), ma siamo comunque a notevoli livelli per adesso. 

14.12.14

We don't really follow up.

DOMENICA UGGIOSA E piovosa. Ma pur sempre con Doonesbury di Garry B. Trudeau.


7.12.14

Six new arcs?

DOMENICA A NEW York con il buon vecchio Doonesbury di Garry B. Trudeau. E c'è pure il sole! E soprattutto sta ritornando l'autore dalla lunga pausa...


30.11.14

They grow up so fast.

LA DOMENICA PRIMA della partenza, con Doonesbury di Garry B. Trudeau.


24.11.14

Un nuovo software per bloggare

DOPO TANTO TEMPO, provo un nuovo software per bloggare. Uno strumento di pura scrittura, che non offre alcun tipo di “fronzolo”, solo testo, formattazione con Markdown o menu contestuali e poche altre raffinatezze, come quelle per la gestione delle immagini e per lo schermo in modalità giorno/notte...
Devo dire: notevole. Si prende da qui.