7.5.09

Un'occhiata al Kindle DX (aggiornato: NO WIFI)

ALCUNI PENSIERI SPARSI sul nuovo lettore ad inchiostro digitale di Amazon.

- ATTENZIONE: NON HA IL WIFI MA FUNZIONA CON L'EVDO-CDMA (telefonia mobile che c'è solo negli Usa) -- NON LO COMPRATE PER USARLO IN ITALIA!!!

- È una piattaforma, non un prodotto

- Ha un modello di business estremamente convenzionale (la gente compra i giornali e i libri pagandoli, come succede con la carta, e questo piace molto agli editori)

- Sarà un casino ridistribuire il diritto d'autore (senza costi di distribuzione, gli autori vorranno più del 6%)

- L'apparecchio di per sé è molto completo, wireless, bello e facile, ma costa troppo (500 dollari)

- Ho provato il Kindle2 per un po' e la qualità è straordinaria; lo sfondo plasticoso/lattuginoso delle pagine digitali sarà il bianco del futuro?

- Entrerà nelle case delle persone, non per i libri e i giornali, ma grazie alla scuola

Ne vorrei uno qui? Certamente. Quello grande o quello piccolo? Probabilmente quello piccolo ma con la capacità grafica di quello grande. Peccato che non ci sia Amazon, in Italia, e che quindi non funzioni la piattaforma wireless (whispernet, la chiamano), vanificando completamente l'esperienza. Se non fate i pendolari negli Usa, lo sconsiglio vivamente anche agli "importatori seriali"...

3 commenti:

Gloutchov ha detto...

Cioé? Vuoi dire che non funziona attraverso dei network wi-fi generici? C'è bisogno del loro network? :(

Il paese dove lavoro ha il wifi gratuito su tutta l'area urbana, la mia città ha il wifi gratuito nel centro storico e... poi in casa ho una rete wifi. Non posso sfruttarle per connettermi allo store di Amazon?

Antonio ha detto...

Urka, questa cosa che si pensa di poterlo usare in Italia tranquillamente è un bel problema! Ho aggiornato il post. Le funzionalità dei quotidiani e di download non funzionano via Pc. Quindi, fuori dagli Usa il Kindle è parecchio zoppo...

Massimo Sgrelli ha detto...

Da quanto avevo inteso io il fatto di accedere via telefonia mobile è trasparente per l'utilizzatore, in quanto non si paga il traffico all'operatore. Dice bene Antonio: è una piattaforma. L'obiettivo, per come la vedo io, non è tanto di avere un lettore di libri generalista o un visualizzatore di PDF (che spesso non sono stato pensati per oggetti di questo genere), ma proporre un'esperienza seamless in termini di fruizione di contenuti in forma elettronica. Il fine ultimo è di poter portare sempre con te la tua library Amazon. Ho sentito che dovremmo avere i tutto anche per l'Italia nel 2010, avete qualche riscontro?