17.7.06

Voglia di cambiare?

STAVO PENSANDO: QUASI quasi è arrivato il momento di passare a Intel, di prendere un MacBook di quelli piccoli, nuovi e carini. Poi trovo questo post e la voglia un po' s'ammoscia...



(Ps: quella tazza di caffé americano che si sta scaldando, è poggiata proprio sul trasformatore: anche lui pare scherzi poco in quanto a calore...)

5 commenti:

vic ha detto...

Anto', hai abboccato con tutte le scarpe (ma perché si dice così, poi?): lo dice lui stesso:
> If you didn’t know yet this is a
> joke.
>(you guys really need to read the whole thing)

Io l'ho capito subito, perché il lato più caldo, dove puoi friggere l'ovetto, è quell'altro, dove si attacca l'alimentatore.

Antonio ha detto...

Vic, vic... ma secondo te? E' tutta una manovra per richiamare contatti... Mac che frigge oggi come oggi tira più di bonazza bionda... O tempora o mores!

vic ha detto...

Ok, allora rilancio: con lo schermo lucido sono riuscito a incendiare le navi nemiche :-)

gloutchov ha detto...

A casa ho un link ad un sito dove fanno dei test seri sui portatili (se vuoi te lo giro). Dopo tutte le notizie relative ai problemi di temperatura del macbook, questo sito ha fatto un test tra un macbook pro ed un portatile Dell che monta la stessa CPU. Le temperature risultano analoghe (intorno a 76/79°C)!
Certo 79°C non bastano per cucinare un uovo ma... poco ci manca :/

Per quanto ha detto vic: sembrerà strano ma, la parte che scalda di più è quella in prossimità dell'Hard disk e non dell'alimentatore (anche il mio vecchio ibook diventa rovente in zona hd quando lo spremo). Ovvero, proprio dove il tizio sta cucinando.

Antonio ha detto...

Occhio, che spesso nei diversi tipi di portatili Mac spostano le componenti interne: non è detto ad esempio che l'hard disk dei MacBook stia nella stessa posizione degli iBook e dei PowerBook...

Il link che dici è questo, da stanotte è in attesa di essere pubblicata su Macity in italiano...